Archivio mensile:dicembre 2008

A Brindisi, 19 immigrati si nascondono in un camion sotto i cavoli.

da www.4minuti.it

http://www.4minuti.it/showPage.php?template=news&id=8096&masterPage=articolo.htm

A Brindisi, 19 immigrati si nascondo in un camion sotto i cavoli
Scoperti nel cassone dagli agenti del porto

BRINDISI (30 dicembre 2008) – Erano nascosti nel cassone di un camion sotto un carico di copertura che era costituito da cavolfiori. All’operazione hanno partecipato finanzieri e funzionari della dogana del porto di Brindisi, oltre agli agenti di polizia di frontiera. E’ stato scoperto così un gruppo composto da 19 immigrati, diciotto sono cittadini iracheni, mentre uno è albanese. Il gruppo, secondo le prime indagini svolte dagli investigatori, è stato fatto arrivare in Italia da una organizzazione tramite un napoletano. Gli immigrati, in Grecia, sarebbero riusciti a salire sul cassone e a nascondersi all’insaputa del camionista che guidava il mezzo. Poi la traversata verso l’Italia e l’approdo al porto di Brindisi Dalle indagini operate dagli inquirenti è anche emerso che il viaggio sarebbe costato 500 euro per ogni passeggero. L’organizzatore del viaggio, che sarebbe un napoletano, è stato identificato e fermato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
RIMPATRIATO CHI SBARCA – Partono oggi i rimpatri coatti degli extracomunitari giunti a Lampedusa nei giorni scorsi. Lo si apprende dalla questura di Agrigento. Le operazioni prenderanno avvio questa sera con 38 egiziani imbarcati su un volo che li riporterà al Cairo. “Chi sbarca a Lampedusa sarà rimpatriato entro pochi giorni direttamente da Lampedusa”, ad annunciarlo è il ministro dell’Interno Maroni. Secondo il ministro leghista quella di Lampedusa è una vera e propria “emergenza” e “all’emergenza si risponde con l’emergenza”. Il ministro Roberto Maroni aggiunge anche che entro gennaio partiranno i pattugliamenti delle coste libiche decisi con l’accordo dell’anno scorso fra il ministero dell’Interno di Tripoli e quello di Roma.

Annunci

Richiedenti asilo: affari di stato 2

sbarco150305-084

Truffa aggravata: chiesto il rinvio a giudizio per l’ente gestore del Cara di Cassibile – da redattore sociale

Alma Mater avrebbe truffato lo Stato nella gestione del centro di accoglienza in provincia di Siracusa. Dalle indagini emergono responsabilità della prefettura. Udienza preliminare fissata per il 27 gennaio

SIRACUSA – Il pubblico ministero Antonino Nicastro ha chiesto il rinvio a giudizio per truffa aggravata ai danni dello Stato dell’ente gestore del centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) di Cassibile (Siracusa). L’udienza preliminare è fissata per il 27 gennaio. Leggi il resto di questa voce

La mossa dell’arrocco e le troppe mosse del cavallo

otto-e-mezzo

Una risposta a Ritanna Armneni sulla morte di Rifondazione.

Come molti anche la Armeni non si sottrae ad un giochino che anche a sinistra produce pensieri immobili e stantii e cioè quello del ” o con me o contro di me” . L’articolo di oggi sul Riformista merita una risposta articolata e precisa a dichiarazioni che sembrano avere il profilo dell’analisi invece sono il rigurgito oltranzista di chi è espressione di una linea politica che ha perso, congresso e soprattutto elezioni, e forse è complice nell’assassinio di quel corpo che si chiama Rifondazione Comunista. Veniamo alla de(ri)costruzione dell’articolo della Armeni:

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=KBH63

Leggi il resto di questa voce

REPUBBLICA’s VERSION

estratto1

 

 

 

Questo l’estratto più malizioso del resoconto di Repubblica http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=K9YJ9 sui travagliati rapporti tra maggioranza, solida ed in crescita, ed opposizione all’interno del PRC. Se non fosse che di recente si parla solo in termini di gossip dei rapporti interni al PRC , sarebbe utile notare come l’area vendoliana, spesso smentita da quella Bertinottiana sulle scelte politiche fondamentali ( accordi con sd e verdi, necessità immediata della scissione, rapporti e presenze nelle maggioranze locali )….. Leggi il resto di questa voce

Ecco come il governo scippa le risorse del Sud

di Andrea Del Monaco

da Il Manifesto del 21/12/2008

«Il governo non risponde sul Fondo per le aree sottoutilizzate (Fas) regionale, questo è un fatto negativo» ha sostenuto Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, alla fine di un incontro avvenuto giovedì scorso a palazzo Chigi con il premier Berlusconi e i ministri Fitto, Sacconi, Tremonti, Scajola e Matteoli. Leggi il resto di questa voce

Arrestate due IENE a Patrasso

le_ieneUn’inchiesta scomoda delle Iene televisive è stata fermata con le manette. Nicola Barraco e Luigi Pelazza, protagonisti del popolare programma televisivo, ieri erano «in missione» a Patrasso, porto internazionale e terza città della Grecia, per un’indagine sulle rotte dell’immigrazione clandestina. Le due iene sono state arrestate dalla polizia greca, che ha concesso alla coppia una sola telefonata prima di spegnere i loro cellulari. Barraco e Pelazza hanno contattato Mediaset, che si è già attivata per aiutarli. da

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=316267#/

I due giornalisti non sono nuovi a questo tipo di inchieste. Segnaliamo, infatti, un reportage di repubblica del 2007 sempre sui temi dell’immigrazione.

http://download.repubblica.it/r2/200907.pdf

E’ noto che la Grecia in fatto di immigrazione non è rispettosa dei più elementari diritti umani. Di recente, infatti , la Norvegia ha sospeso unilateralmente l’applicazione della convenzione di Dublino nei confronti della Grecia per gravi violazioni dei diritti umani . http://fortresseurope.blogspot.com/2006/01/grecia-norvegia-sospende-dublino-ii.html

Esprimiamo solidarietà ai giornalisti trattenuti in Grecia , nella speranza che la vicenda si risolva nel più breve tempo possibile.

Lavoro nero – da www.rassegna.it

schiaviArrestati tre imprenditori e un capo-cantiere. Sfruttavano immigrati stranieri nei cantieri edili di molte città del nord, col miraggio del permesso di soggiorno. La paga: 1,70 euro all’ora. I clandestini erano stipati in case-prigioneI carabinieri di Reggio Emilia e San Polo d’Enza hanno arrestato tre imprenditori e un capo cantiere: Giovanni Freno, 41 anni di Corigliano Calabro (Cosenza), Marco Pozza, 53, di Reggio Emilia, Federico Pozza di 26 anni, di Reggio Emilia, Victor Boldisor, il capo cantiere moldavo di 42anni, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata all’introduzione e alla permanenza di cittadini clandestini sul territorio nazionale, nonche’ di falsificazione di permessi di soggiorno, estorsione e impiego di manodopera clandestina. Leggi il resto di questa voce

Il Naga e la diffusione dei diritti

logo-naga

Vogliamo qui pubblicare il vademecum prodotto dal Naga di Milano http://www.naga.it/pdf/ComunicatiStampa/vademecum_141008.pdf , il quale dopo l’appprovazione del pacchetto sicurezza , ha messo on line un documento che spiega tutte le norme e le modifiche introdotte dal Governo Berlusconi in fatto di “sicurezza” . A mio avviso la scelta del NAGA è assolutamente condivisibile, anche perchè non si inserisce nella sfera della propaganda , ma vuole essere un servizio concreto e fattivo a bisogni necessità di informazione sulla tutela dei diritti di tutti. Personalmente sono persuaso della necessità di diffondere questo documento.

Il Vice sindaco di Milano, De Corato , ha attacato l’organizzazione sostenendo che l’attività del NAGA con questo vademecum fosse di incitazione alla “resistenza”. E’ evidente che in questo paese informare è considerato sovversivo. Per approfondimenti inseriamo alcuni link Leggi il resto di questa voce

L’uomo delle P(u)olizie

Usa: ministro per l’immigrazione usava immigrati illegali per pulire la sua casa
Il ministro per la Sicurezza nazionale Michel Chertoff, responsabile anche dell’immigrazione, usava immigrati illegali per pulire la sua abitazione. La scoperta ha fatto scattare una multa ai danni della compagni di pulizie che aveva assunto i lavoratori illegali, mentre Chertoff ha tagliato subito i suoi rapporti con l’impresa. Il proprietario della compagnia, Jamed Reid, ha detto di essere stato all’oscuro della posizione illegale dei suoi dipendenti. 11/12/2008 15:56 Da UNIONE SARDA

Rapimento a Ponticelli – di Sergio Bontempelli

srergioNel Maggio scorso, il presunto rapimento di una bambina ad opera di una donna Rom a Ponticelli, vicino Napoli, aveva scatenato una delle più vergognose campagne razziste degli ultimi anni. Ora, un libro di Marco Imarisio, giornalista del Corriere della Sera, dimostra che quel rapimento era una bufala. E che dietro ai pogrom contro i Rom si nasconde l’ombra della camorra. Ecco cosa è successo.

Ecco anche il post con cui mostravamo le reazioni del PD

https://gianlucapasa.wordpress.com/2008/05/17/vogliamo-diventare-cosi/

Leggi il resto di questa voce